Monday, January 28, 2008

Flash back 1







"Metti i piedi in mollo tutte le sere; hai visto come il basilico cresce veloce?"
Me lo diceva mio zio quando da ragazzina mi lamentavo di essere bassa.
Lui se n'e' andato un anno fa, io sono rimasta piccina nonostante le annaffiature ma ho imparato l'ironia e a vedere il lato positivo della mia "altezza" .


Tornando indietro con la memoria ecco cose, fatti, persone, parole che non si usano piu': accendi la luce che non mi garba stare al borlume.....e chi lo dice piu' borlume?

Durante la mia adolescenza il pomeriggio dalle 5 alle 6 o 6 e mezza, era l'ora della giratina nella via principale e non sempre mi era permesso di uscire. Se proprio insistevo tanto mia mamma diceva: va bene, che pero' sia una cosa veloce, sputo in terra e se quando e' asciutto non sei a casa sono guai. Poi non succedeva niente ovviamente ma ripensandoci quella dello sputo era proprio buffa.

2 comments:

cristina said...

Ciaoooooooo come stai? Ho avuto da fare in questi giorni ma oggi sono qui a leggere il tuo post. Lori quanti ricordi vedendo le "muretta"quanto tempo è pasassato. Ho letto il tuo commento di ieri....si la Uda era il mio cane,non saiiol dolore che ho provato nel lasciarla ai nonni ma è stata fortunata, ha vissuto bene fino alla fine! Ti abbraccio Lori e mi raccomando metti foto del tempo che fu sono molto belle..........

Anonimo said...

Già, chi lo dice più "a borlume"... è proprio quello che ho pensato quando, ieri sera, l'ho sentito dire ad una signora. Probabilmente l'avevo sentito per l'ultima volta da mia nonna, chissà quanti anni fa, prima che ci lasciasse.
Pare che questa espressione sia praticamente assente anche dal web... A parte un compendio del dizionario toscano dell'Accademia della Crusca e qualche testo arcaico, questo blog è l'unico a citarlo.