Saturday, March 28, 2009

Il direttore d'orchestra

Dalla serie musica classica per bambini: Il direttore d'orchestra


Wednesday, March 25, 2009

Messaggio per Paola

Ciao Paola,

Ogni volta che cerco di andare su uno dei tuoi blog viene un messaggio che dice che il sito e' pericoloso e che c'e' qualche virus ( maldware detected, qualcosa di simile).
Spero che tu legga questo messaggio.
Tra poco parto , inizia il mio lungo viaggio per l'Italia. :-)


Lori

Tuesday, March 24, 2009

Partenza

Il cielo e' sempre blu sopra le nuvole
(foto Ilaria Lazzarini)


Si parte di nuovo, questa volta il viaggio non e' su strada ma nei cieli.
Sono cosi' ansiosa che mi e' venuta la colite, ho la lingua bianca, la pancia gonfia, mal di schiena....non ci posso fare niente...somatizzo :-)
Piu' viaggio in aereo e piu' ho paura, non riesco ad abituarmi all'idea di volare, del resto volare per l'uomo e' contro natura; ora invece sto razionalizzando.
Non ho alternative pero' e allora............DOMANI SI VOLAAAAAAAAA!!!!
I bagagli sono pronti, ho solo da metterci le ultime cose tipo spazzolino da denti e cose cosi'.
Quando sono in Italia penso di stare molto meno al computer, faro' visita alle amiche, mi faro' delle belle girate in bicicletta, sperando che il tempo sia clemente e tutte le cose che non faccio quando sono qui. Mi si secchera' la lingua dal chiacchierare!!
E poi mi godro' la mia nipotina e aspettero' con ansia la nascita dell'altra, sperando che non abbia fretta e mi aspetti. E poi e poi e poi..............................................

Sunday, March 22, 2009

Giornata mondiale dell'acqua

( foto Ilaria Lazzarini)

Dia Mundial del Agua
Dal sito di lega ambiente:


Proclamata nel 1993 dall'Assemblea delle Nazioni Unite, ogni anno il 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell'Acqua: perché la carenza di acqua è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe.

L'acqua non è ancora un diritto. Un terzo della popolazione mondiale non ha accesso all'acqua potabile e a servizi igienico sanitari adeguati, la condizione indispensabile per il godimento di altri diritti umani: il diritto alla vita, il diritto alla dignità umana, il diritto alla salute, il diritto al cibo e alla sicurezza alimentare, il diritto a un alloggio adeguato, il diritto allo sviluppo, il diritto all'istruzione, il diritto a un ambiente sano e il diritto alla pace, dipendono tutti dal riconoscimento del diritto fondamentale all'acqua. Per l'anno 2025, si stima che circa 1,8 miliardi di persone vivranno in Paesi o regioni con assoluta mancanza d'acqua, e che oltre due terzi dell'intera popolazione mondiale potrebbero dover fronteggiare una situazione di scarsità. Una delle sfide centrali di questo secolo sarà quindi la gestione sostenibile, efficiente ed equa di limitate risorse idriche; il riconoscimento del diritto universale all'acqua dovrà essere elemento centrale per lo sviluppo umano e strumento di lotta alla povertà. Sfide globali che arrivano fin dentro le nostre case: difendiamo il diritto per tutti di accedere all'acqua potabile, custodiamola come patrimonio dell'umanità, lavoriamo per garantirla a chi non ce l'ha. Diventa anche tu portatore d'acqua, sottoscrivi l'impegno che prevede semplici pratiche quotidiane per non sprecare la risorsa più importante del pianeta. Scopri come su www.portatoridacqua.it

Per informazioni: campagne@legambiente.eu

Da parte mia ho preparato un piccolo video:

Thursday, March 19, 2009

Facebook

Grazie a Marco Gueccia che ha fatto il video e ad Andrea Sabatini che me l'ha fatto conoscere.

Per i fissati di Facebook....e ce ne sono parecchi, o , come dice il mio amico Andrea, per chi lo usa a bischero :-)


Wednesday, March 18, 2009

Ilaria Lazzarini: foto dall'Ecuador

Altre foto scattate da Ilaria in Ecuador: questa ragazza sta ballando, a me sembra la ragazza con l'orecchino di perla in versione sudamericana.
il titolo che ha dato Ilaria a questa foto e': Para donde? A me fa venire in mente la solitudine
No quiero salir
Que tan lejos
scattata l'8 marzo: Dia de la mujer

Tuesday, March 17, 2009

Il presidente dell'Ecuador : Rafael Correa







Rafael Correa , presidente dell'Ecuador, era pochi giorni fa in visita a Cotacachi. In aprile ci saranno le elezioni e pare dai sondaggi che sara' rieletto. Notizia di oggi che anche El Salvador ha eletto un presidente di sinistra. Beati loro! Solo a noi ci tocca un Merdusconi .....  :-(
Ilaria, mia figlia,  ha scattato le foto.

Monday, March 16, 2009

Madama Dore'

Ve la ricordate questa filastrocca? Si usava cantare per i girotondi. ( non quelli di Nanni Moretti, eh! :-)
Ho preparato un piccolo video da dedicare a tutti i bambini del mondo.

Thursday, March 12, 2009

Dal blog di Beppe Grillo

Sono coetanea di Beppe Grillo e mi ritrovo perfettamente nella seguente lettera che ha scritto sul suo blog. 

Lettera a un ragazzo del 2009

"Caro ragazzo, cara ragazza del 2009,
sono un ex ragazzo degli anni ’60, mi chiamo Beppe Grillo, ho sessant’anni. Faccio parte della generazione che ti ha fottuto. Il tuo futuro è senza pensione, senza TFR, senza lavoro. Il tuo presente è nelle mani di vecchi incartapecoriti, imbellettati, finti giovani. Quando ero bambino l’aria e l’acqua erano pulite, il traffico era limitato, la mia famiglia non faceva debiti e tornavo a scuola da solo a piedi. Non c’erano scorte padane e neppure criminali stranieri in libertà. I condannati per mafia non diventavano senatori.
Le stragi di Stato non erano iniziate, Piazza Fontana a Milano era solo un posto in cui passavano i tram. Le imprese erano gestite da imprenditori. E’ strano dirlo ora, ma c’erano persone che investivano il loro denaro per sviluppare le aziende. E manager che vedevano lontano. Enrico Mattei dell’ENI, ucciso in un attentato, Adriano Olivetti, Mondadori, Ferrari, Borghi e cento altri che non ricordo. Intorno alle città c’erano i prati e non i cimiteri di cemento che chiamano unità residenziali. La bottiglia di latte la riportavo al lattaio e non costruivano inceneritori. La televisione era un servizio pubblico in cui lavoravano anche veri giornalisti come Enzo Biagi, e con solo un quarto d’ora di pubblicità al giorno. Quando si parlava si usava il tempo futuro. Il presente e soprattutto il passato erano verbi di complemento. I giardini pubblici erano puliti e sui marciapiedi si camminava senza doversi destreggiare tra le macchine parcheggiate. Le persone erano più gentili, spesso sorridevano. Sul Corriere della Sera scrivevano Montanelli, Buzzati e Pasolini.
I genitori sapevano che i loro figli avrebbero avuto un futuro migliore. Solo dal punto di vista economico, ma questo non potevano prevederlo. I fiumi erano puliti e si poteva fare il bagno nel fine settimana che non si chiamava ancora week end. L’unico problema era rappresentato dagli imprendibili tafani. Le spiagge erano libere e il mare quasi sempre verde azzurro. La P2 era una variabile al quadrato e non ancora l’antistato progettato da Cefis. Gelli non aveva arruolato il novizio Berlusconi con la tessera 1816. L’Italia era una e indivisibile e Bossi studiava alla scuola per corrispondenza Radio Elettra. Si lavorava duro, ma si poteva risparmiare e la pensione era un approdo sicuro. Era un piccolo Eden, ora perduto. Non sapevamo di averlo. Molti lo disprezzavano. Negli ultimi sessant’anni abbiamo avuto uno sviluppo senza progresso. E ora non ci resta neppure lo sviluppo.
Le generazioni che ti hanno preceduto meriterebbero un processo da parte tua, caro ragazzo e cara ragazza. Sono colpevoli di averti rubato il futuro. Loro vivono nel presente con la seconda casa, le pensioni senza base contributiva. Loro ti governano. L’Italia ha la coppia di cariche dello Stato Presidente/Primo ministro più vecchia del mondo. Loro usano la Polizia contro gli studenti e i precari. Loro hanno ucciso la democrazia e le aziende come Tronchetti e Geronzi, i brizzolati di successo.
Caro ragazzo e cara ragazza, non potete più stare a guardare, la vita vi scivola tra le mani. Voi, invece di lasciarla scivolare, trattenetela. Io non sono in grado di dare lezioni a nessuno. Ho fatto troppi sbagli e sono troppo vecchio (anche se non dimostro i miei anni, belin). Ma ho vissuto un tempo più bello, più vero, più colorato, più umano. E so che è possibile anche per voi.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.” 
Beppe Grillo

Friday, March 6, 2009

Poesia





  CIELO D'UN GIORNO

Solo nubi di giorno, bianche solo le nubi, 
nubi così lontane e il vento che le stringe, 
le nuvole e l'estate che splende sopra i prati
come indora la sera, silente, la mia fronte.

(Tanto fulgore sveglia nella memoria il sogno
d'un giorno misterioso che il cuore accattivò;
amavo un chiaro cielo di tristezza assetata
come la mestizia che nasce dai tramonti;

Dove sarà, in quale paese, in quale orizzonte, 
come sole smarrito tra i crepuscoli lenti?
Io lo canto, e le sue nubi sono il cielo perduto
che passa tra i miei versi come luce sognante).


Fernando Charry Lara

Wednesday, March 4, 2009

Ricetta: Guacamole


Quando andiamo a cena fuori  mi piace scegliere un ristorante messicano, e' la cucina che preferisco: piccante e saporita.
Una ricetta semplice e' il guacamole, il nome deriva da due parole atzeche ahuacatl ( avocado) e molli ( salsa) .
Il segreto per un buon guacamole e' quello di usare avocados maturi.

Ingredienti:

* 4 avocados maturi, pelati e senza noccioli
*  1/2  cucchiaino di cumino in polvere
* 1/2 tazza di cipolla bianca tagliata fine
*  1/4 tazza di cilantro ( coriandolo?) tritato  ( e' simile al prezzemolo)
*  4 cucchiai di succo di lime
*  tabasco a piacere

Schiacciare bene gli avocados riducendoli a una crema omogenea e aggiungere poi tutti gli altri ingredienti amalgamandoli bene. Servire con tortilla chips.






Monday, March 2, 2009

Dalla serie notizie bizzarre: cani e gatti


Omaha, Nebraska

Un uomo, che ha cercato di calmare il suo iperattivo gatto infilandolo in un bong fatto in casa, e' stato denunciato per crudelta' contro gli animali.
Lo sceriffo della contea di Lancaster  ha ricevuto una denuncia in cui si dichiarava che il ventenne A.S. era stato visto fumare marijuana  da un pezzo di gomma per innaffiare  attaccata con lo scotch a una scatola di plastica di circa 30 cm.x 15 cm.,  dove era stato stipato il gatto.


( by davidswayze' photostream in flickr.) 


Rostock, Germania

Un legislatore tedesco ha proposto un nuovo metodo per evitare la cacca dei cani per le strade: il test del DNA che identifichera' le feci del cane e il suo padrone.
Peter Stein, un politico conservatore , ha detto che con la sua proposta verranno esaminati gli escrementi che poi verranno identificati secondo un database di tutti i cuccioli fatto con il DNA.
I proprietari di cani tedeschi sono multati con 30-40 euro se non puliscono dove le bestiole sporcano, ma pochi vengono presi.  Nella citta' di Stein, Rostock, che ha circa 200.000 abitanti l'anno scorso sono state multate solo 4 persone. " La finiranno di dire ' non e' stato il mio cane" ha detto Stein.